Steve Jobs, Adobe Flash e HTML5

Riproponiamo di seguito un vecchio articolo apparso su jblog.it che ci sembra interessante anche se non più troppo attuale. Buona lettura.

Come sempre le dichiarazioni di Steve Jobs hanno fatto tanto parlare, bloggare e twittare.

Fra le news di Apple.com è stato pubblicato un articolo in cui Steve Jobs, dopo una lunga argomentazione, spiega i motivi per cui i dispositivi Apple non saranno dotati della tecnologia Adobe Flash:

Flash was created during the PC era – for PCs and mice. Flash is a successful business for Adobe, and we can understand why they want to push it beyond PCs. But the mobile era is about low power devices, touch interfaces and open web standards – all areas where Flash falls short.

The avalanche of media outlets offering their content for Apple’s mobile devices demonstrates that Flash is no longer necessary to watch video or consume any kind of web content. And the 200,000 apps on Apple’s App Store proves that Flash isn’t necessary for tens of thousands of developers to create graphically rich applications, including games.

New open standards created in the mobile era, such as HTML5, will win on mobile devices (and PCs too). Perhaps Adobe should focus more on creating great HTML5 tools for the future, and less on criticizing Apple for leaving the past behind.

Il succo è questo:

  • Flash è nato negli anni dei personal computer, intesi come “display + case + mouse + tastiera”
  • le funzionalità dei dispositivi Apple e delle centinaia di migliaia di “apps” dimostrano che Flash non è indispensabile per raggiungere determinati livelli di grafica e multimedialità
  • questi sono gli anni dei dispositivi mobili, cioé dei dispositivi a basso consumo, touch screen, e che utilizzano gli standard web “aperti”, campi in cui Flash sembra essere inadatto e un po’ arretrato

Infine, Jobs conclude dicendo che Adobe dovrebbe concentrarsi nel creare strumenti che sfruttino le potenzialità di HTML5.

Partendo dal fatto che non sono un fanatico Apple, che ho solo un iPod (della prima generazione!  ), e che non ho nulla contro Adobe… secondo me, Steve Jobs ha ragione! E anche Microsoft la pensa così.

Audio e Video player

Prima che i multimedia player venissero implementati con Flash, si faceva largo uso di Real Player e Windows Media. Funzionavano. Ma quanto tempo si perdeva a scaricare e installare i plugin e gli ActiveX!?

Se andava tutto liscio, in pochi minuti era tutto pronto; se per qualche strano motivo il browser o il sistema operativo non erano compatibili si rischiava di perdere delle ore fra riavvii, download e installazioni.

Poi è arrivato Flash con un plugin di gran lunga più leggero, semplice e immediato nell’installazione.

La prima volta che ho visto un video player realizzato con Flash è stato su YouTube (probabilmente uno dei primi siti con un video player Flash) il cui successo, secondo me, è dovuto anche ai vantaggi del plugin di Flash.

Gestire audio e video con Flash significa programmare in ActionScript un player che gestisca lo streaming e che permetta le operazioni più comuni (es. play, stop, volume). Oppure, se si prende la via più facile, si cerca un player realizzato da altri, si impara e si inserisce nella pagina.

Gestire audio e video con Html5 significa inserire nella pagina i tag <audio> e <video> (proprio come si fa per le immagini con il tag <img />), segnalare al tag il file da riprodurre e basta! Queste sono le operazioni minime per riprodurre un file multimediale. Un player più complesso lo si può sempre realizzare con un po’ di html, css e javascript.

Grafica e animazioni

Flash ha il merito di aver introdotto molti ottimi strumenti che hanno permesso di realizzare siti graficamente complessi e ricchi di animazioni, mantenendo comunque una certa efficienza. Fra gli svantaggi c’era ancora la necessità del plugin e l’acquisto del software, però i risultati ottenuti erano sorprendenti.

Tuttavia javascript, grazie ai miglioramenti e alla maggiore compatibilità con i vari browser, ha iniziato ad essere sempre più utilizzato per ottenere le piccole interattività della pagina (es. tooltips, ridimensionamenti, validazione form).

Attualmente nel campo della grafica web e delle animazioni non si può dire che Flash sia obsoleto. Ci sono però delle animazioni realizzate con javascript e canvas che ti lascererebbero a bocca aperta! 

Se non ci credi dai uno sguardo a Chrome Experiments: animazioni bellissime e complesse realizzate interamente con javascript e canvas.

I nuovi tag HTML5 per il multimedia

Come utenti e come web designer, il fatto di aver bisogno di plugin e ActiveX per far funzionare correttamente un sito o un’applicazione web è qualcosa di estremamente fastidioso e limitante.

Infatti, il maggior vantaggio dell’HTML5 consiste proprio nella gestione di contenuti grafici e multimediali senza installare componenti aggiuntivi. In fondo era quello che volevamo, giusto?!

A questo proposito, ecco i nuovi tag HTML5 per la gestione della grafica e dei contenuti multimediali:

<audio>, gestisce i flussi audio (anche in streaming).

<canvas>, contenitore per grafica creata con appositi script.

<source>, tag generico per sorgenti multimediali di vario tipo (funziona come i tag <audio> e <video>).

<video>, gestisce i flussi video (anche in streaming).

Documentazioni utili

499

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.